Slittino

  1. Grande giornata per lo slittino su pista artificiale azzurro. La nazionale italiana ha vinto la team relay di Koenigssee con il tempo totale di 2:43.233. La squadra azzurra composta da Andrea Voetter, Dominik Fischnaller, Ivan Nagler e Fabian Malleier ha sfruttato al meglio la squalifica della Germania sempre vincitrice nelle tre precedenti gare in stagione. La prima a scendere è stata Andrea Voetter che ha siglato il terzo miglior tempo di manche, poi è stato il turno di Dominik Fischnaller velocissimo nell'ultima parte del catino tedesco e primo nel singolo maschile. Infine, il duo Nagler/Malleier ha certificato la vittoria italiana con una prova di forza che ha permesso alla squadra di chiudere la competizione con 201 millesimi di vantaggio sugli Stati Uniti. Completa il podio l'Austria con un ritardo di +0.362 dai nostri slittinisti. La prossima team relay di Coppa del mondo si svolgerà a Oberhof e sarà la penultima tappa. L'Italia occupa ora la quinta posizione generale.

    Secondo successo consecutivo per Wolfang Kindl nello slittino su pista artificiale singolo maschile. Dopo lo sprint di lake Placid l'austriaco ha trionfato anche a Koenigssee. Nel catino tedesco Kindl è stato bravissimo ad adattarsi alle condizioni della pista peggiorate nella seconda manche. Secondo Armin Frauscher con 29 millesimi di ritardo, e terzo Joahnnes Ludwig con 119. Il leader della classifica di Coppa del mondo Felix Loch ha chiuso undicesimo. Il primo degli italiani è Dominik Fischnaller settimo, seguito da Theo Gruber diciannovesimo, da Emanuel Rieder ventiquattresimo e Kevin Fischnaller 26esimo. Quest'ultimo rimane il migliore degli azzurri in cdm grazie alla nona piazza, mentre Dominik Fischnaller è undicesimo.

    Ordine di arrivo singolo maschile Koenigssee (GER):
    1 AUT Kindl, Wolfgang 1:39.035
    2 AUT Frauscher, Armin +0.029
    3 GER Ludwig, Johannes +0.119
    4 GER Langenhan, Andi 3.301 +0.166
    5 RUS Repilov, Roman +0.195
    6 USA West, Tucker +0.232
    7 ITA Fischnaller, Dominik +0.239
    8 AUT Egger, Reinhard +0.252
    9 AUT Gleirscher, Nico +0.323
    9 AUT Gleirscher, David +0.323

    19 ITA Gruber, Theo +0.829
    24 ITA Rieder, Emanuel +1.026
    26 ITA Fischnaller, Kevin +1.312

    Ordine di arrivo team Relay  Koenigssee (GER): 
    1 ITA Voetter, Andrea 2:43.233

    Fischnaller, Dominik 
    Nagler, Ivan/Malleier, Fabian 
    2 USA Britcher, Summer +0.201 
    West, Tucker 
    Mortensen, Matt/Terdiman, Jayson 
    3 AUT Platzer, Birgit +0.362 
    Kindl, Wolfgang 
    Penz, Peter/Fischler, Georg 
    4 RUS Ivanova, Tatyana +0.389
    Repilov, Roman 
    Denisev, Aleksandr/Antonov, Vladislav 
    5 CAN Gough, Alex +0.396 
    Malyk, Mitchel 
    Walker, Tristan/Snith, Justin 
    6 LAT Cauce, Eliza +0.850
    Kivlenieks, Inars 
    Sics, Andris/Sics, Juris 
    7 CZE Noskova, Tereza +3.018
    Hyman, Ondrej 
    Broz, Lukas/Broz, Antonin 
    8 ROU Stramaturaru, Raluca +3.150
    Cretu, Valentin 
    Atodiresei, Cosmin/Musei, Stefan 
    9 SVK Simonakova, Katarina +3.272
    Ninis, Jozef 
    Vavercak, Tomas/Zmij, Matej 
    10 UKR Stetskiv, Olena +4.638 
    Dukach, Anton 
    Obolonchyk, Oleksandr/Zakharkiv, Roma
  2. Si sono disputati a Oberhof i Campionati Italiani Assoluti di slittino su pista artificiale. Nel singolo maschile il titolo è andato a Kevin Fischnaller (Centro Sportivo Esercito) con il tempo 1'27"335, grazie al quale ha preceduto di 54 millesimi Dominik Fischnaller (Centro Sportivo Carabinieri), terza posizione per Emanuel Rieder (Centro Sportivo Carabinieri) a 710 millesimi, quarto Theo Gruber (ASV Villanders) a 1"058. Nel doppio Oberstolz/Gruber (Carabinieri/Esercito) sono saliti sul gradino più alto del podio in 1'23"739, battuti Nagler/Malleier (Longiarù/Esercito) per 42 millesimi, terza posizione per Rieder/Rastner (Carabinieri) a 489 millesimi, quarti Gruber/Kainzwaldner (Carabinieri) a 586 millesimi. Infine Andreas Voetter si è imposta nel singolo femminile con il tempo di 1'24"933 davanti a Sandra Robatscher, staccata di 474 millesimi.

    A Igls (Aut) si è invece assegnato il titolo giovani nel singolo femminile con Verena Hofer (1'21"791) impostasi davanti a Hannah Niederkofler (+0"108), Marion Oberhofer (+0"243), Nina Zoeggeler (+0"356) e Nadia Falkensteiner (+0"833). Il singolo maschile verà disputato nel mese di febbraio.
  3. l Comitato Olimpico Internazionale ha pubblicato oggi le nuove conclusioni delle udienze della Commissione Oswald nell’ambito dell’inchiesta medico legale riguardante i Giochi Olimpici Invernali di Sochi, decidendo di squalificare altri undici atleti russi. Tra questi - ritenuto responsabile di aver violato le norme antidoping - Albert Demchenko, che nel 2014 aveva vinto la medaglia d’argento nello slittino individuale. In quella gara Armin Zoeggeler aveva chiuso al terzo posto, proprio dietro il russo. Con la squalifica di Demchenko l’azzurro attende l'argento, mentre l’Italia - considerando anche l'attesa per il bronzo di Karin Oberhofer nella 7,5 km di biathlon - vedrebbe rimodellato il proprio medagliere, con 3 argenti e 6 bronzi.
  4. Strepitosa vittoria di Kevin Fischnaller nel singolo maschile di Winterberg, seconda prova stagionale di Coppa del mondo. Il ventiquattrenne alpino nativo di Bressanone ma residente e Merano è salito per la prima volta in carriera sul gradino più alto del podio in una gara particolarmente difficile sotto il profilo meteorologico, con una nevicata che ha cambiato più volte le condizioni del ghiaccio. Fischnaller è stato bravissimo a sfruttare il pettorale abbastanza basso nella manche iniziale, dove si è subito messo alle spalle la concorrenza prima che la neve cadesse più copiosa, rallentando enormemente tutti i favoriti per il successo, cpmreso il cugino Dminik Fischnaller alla fine solamente diciannovesimo. Nella seconda ha limitato i danni con grande maturità, mettendosi alle spalle il supercampione tedesco Felix Loch (a cui non è bastata una grande rimonta dal decimo posto) per 67 millesimi, mentre il russo Stefan Repilov ha completato il podio a 117 millesimi. Fischnaller, ottavo nella prova d'apertura a Igls, si era fatto conoscere nel 2014 quando proprio a Igls colse a sorpresa un terzo posto nella sprint, stavolta ha gareggiato da assoluto protagonista e firma la vittoria italiana numero 94 nella storia del singolo maschile di Coppa del mondo, diventando il decimo azzurro di tutti i tempi a salire sul gradino più alto del podio dopo Armin Zoeggeler (57 trionfi), Paul Hildgartner (11), Norbert Huber (8), Ernst Haspiger (7), Dominik Fischnaller (4), Wilfried Huber (3), Reinhold Rainer (1), Karl Brunner (1) e Hans Joerg Raffl (1).
     
    Le soddisfazioni per la squadra diretta da Armin Zoeggeler avrebbero potute essere maggiori se l'ottimo Theo Gruber, addirittura secondo a metà gara, non fosse stato rallentato nella seconda manche da un incauto addetto alla pista, rimasto sul tracciato proprio mentre il ventiduenne di Villanders stava passando nella sua zona di competenza. Gruber che fino a quel momento conservava ancora qualche centesimo di vantaggio, ha logicamente rallentato e alla fine si è piazzato comunque al nono posto.    

    La classifica generale vede Pavlicheko e Loch appaiati in testa dopo due gare con 155 punti davanti a Kevin Fischnaller 142, Dominik Fischnaller è ottavo con 73. La prossima tappa è prevista ad Altenberg.

    Ordine d'arrivo singolo maschile Winterberg (Ger):
    1. Kevin Fischnaller (Ita) 1'45"528
    2. Felix Loch (Ger) +0"067
    3. Stepan Fedorov (Rus) +0"117
    4. David Gleirscher (Aut) +0"152
    5. Semen Pavlichenko (Rus) +0"178
    6. Ralf Palik (Ger) +0"192
    7. Armin Frauscher (Aut) +0"200
    8. Wolfgang Kindl (Aut) +0"211
    9. Theo Gruber (Ita) +0"312
    10. Tucker West (Usa) +0"313

    18. Dominik Fischnaller (Ita) +0"498
    29. Emanuel Rieder (Ita) +1"513
  5. Nella lotteria di Igls esce il nome di Semen Pavlichenko che si aggiudica la prima tappa di Coppa del mondo nel singolo maschile al termine di una gara fortemente condizionata nella seconda parte dalle condizioni meteorologiche. Una nevicata insistente ha infatto rimescolato le carte, rendendo più lento il ghiaccio e penalizzando gli uomini che occupavano le prime posizioni. Fra questi c'è anche Dominik Fischnaller, leader in una prima manche particolarmente equilibrata che aveva visto i primi dieci classificati racchiusi nello spazio di pochi millesimi. Il carabiniere altoatesino, che nella località austriaca si impose nel 2015, ha provato a limitare i danni ma non è andato oltre il sesto posto, staccato di 144 millesimi dal russo Pavlichenko che si è messo alle spalle il campione del mondo Wolfgang Kindl di 56 millesimi e il campione olimpico Felix Loch di 70 millesimi. Nella top ten è presente anche Kevin Fischnaller, ottavo a 280 millesimi, mentre Theo Gruber è finito diciottesimo ed Emanuel Rieder ventunesimo. Il prossimo appuntamento è previsto a Winterberg (Ger) sabato 25 novembre.

    In conclusione di programma si è svolta la staffetta a squadre con la vittoria della Germania (2'10"667) con Natalie Geisenberger, Felix Loch e Eggert/Benecken davanti al Canada (in ritardo di 358 millesimi) e alla Russia (a 377 millesimi, non si è classificata la squadra azzurra che schierava Sandra Robatscher, Dominik Fischnaller e Rieder/Rastner.

    Ordine d'arrivo singolo maschile Igls (Aut):
    1 RUS Pavlichenko, Semen 1:41.771
    2 AUT Kindl, Wolfgang +0.056
    3 GER Loch, Felix +0.070
    4 RUS Fedorov, Stepan +0.094
    5 GER Palik, Ralf +0.122
    6 ITA Fischnaller, Dominik +0.144
    7 LAT Aparjods, Kristers +0.205
    8 ITA Fischnaller, Kevin +0.280
    9 GER Langenhan, Andi +0.302
    10 AUT Gleirscher, Nico +0.326

    18 ITA Gruber, Theo +0.511
    21 ITA Rieder, Emanuel +0.542