Ski-News: Coppa del Mondo di Sci alpino

  1. Il direttore della Coppa del Mondo maschile Markus Waldner ed il responsabile della sicurezza Hannes Trinkl hanno ispezionato a Bormio la pista Stelvio che il 28 dicembre ospiterà la discesa ed il giorno successivo il supergigante maschile. Un passaggio di routine prima dell’inizio della stagione, ma che ha verificato anche le novità della leggendaria pista valtallinese. Durante l’estate è stato infatti installato un tunnel nella zona Fontana Lunga, a circa 2000 metri di quota, che permetterà ai turisti di usufruire nei giorni delle prove e durante le gare di tutte le altre piste del comprensorio di Bormio. Per i discesisti questo tunnel rappresenterà una nuova onda da vincere nella già tormentata ed affascinante picchiata sulla Stelvio dopo circa 30 secondi di gara.

    Dopo l’ispezione si è tenuta una conferenza in cui la FISI si è presentata alla stampa, in qualità di capofila per l'organizzazione delle gare di Bormio, in collaborazione con le realtà istituzionali e associazioni locali. La FISI era rappresentata a Bormio dal Segretario Generale, Loretta Piroia, e dal supervisore all'evento, Massimo Rinaldi, erano poi presenti anche esponenti della Società Impianti Bormio, della Onlus Cancro Primo Aiuto, dell'Us Bormiese, dello sci club Alta Valtellina e della Sci Spa. Erano presenti anche le istituzioni: il sindaco di Bormio Roberto Volpato e l’assessore regionale con delega alla montagna Massimo Sertori. E proprio Sertori (valtellinese) ha testimoniato l’entusiasmo della Regione Lombardia nel partecipare a questo evento per tenere sempre al massimo livello e migliorare un appuntamento che porta la Valtellina nel mondo.
  2. Secondo posto di Alex Vinatzer nel gigante maschile di Cerro Castor valido per la South American Cup. Il diciannovenne finanziere altoatesino, sesto al termine della prima manche, ha recuperato quattro posizioni nella seconda parte di gara, conclusa a 34 centesimi dal vincitore russo Pavel Trikhichev, il quale ha realizzato il tempo complessivo di 1'44"54. Completa il podio il francese Remy Falgoux, mentre Simon Maurberger e Giovanni Borsotti si sono piazzati rispettivamente quarto e quinto a 47 e 70 centesimi. Ottava piazza per Roberto Nani a 91 centesimi, nono Federico Liberatore a 1"11 e dodicesimo Hannes Zingerle a 1"66. Giovedì 20 settembre è in programma un altro gigante valido per il medesimo trofeo, che chiuderà definitivamente la trasferta argentina.      

    Ordine d'arrivo GS maschile South American Cup Cerro Castor (Arg):
     1 TRIKHICHEV Pavel      1992      RUS       52.49      52.05      1:44.54   7.99     
     2 VINATZER Alex      1999      ITA       52.60      52.28      1:44.88      +0.34      11.27     
     3 FALGOUX Remy      1996      FRA       52.07      52.89      1:44.96      +0.42      12.05     
     4 MAURBERGER Simon      1995      ITA       52.69      52.32      1:45.01      +0.47      12.53     
     5 BORSOTTI Giovanni      1990      ITA       52.47      52.77      1:45.24      +0.70      14.75     
     6 KUZNETSOV Ivan      1996      RUS       52.98      52.27      1:45.25      +0.71      14.85     
     7 GUILLOT Victor      1996      FRA       52.19      53.21      1:45.40      +0.86      16.30     
     8 NANI Roberto      1988      ITA       52.83      52.62      1:45.45      +0.91      16.78     
     9 LIBERATORE Federico      1995      ITA       52.70      52.95      1:45.65      +1.11      18.71     
     10 GUSEV Grigoriy      1998      RUS       52.92      52.76      1:45.68      +1.14      19.00     

    12 ZINGERLE Hannes      1995      ITA       53.24      52.96      1:46.20      +1.66      24.03
  3. Quattro italiani primi quattro posti del secondo slalom maschile disputato sulla pista argentina di Cerro Castor e valido per la South American Cup. Sul gradino più alto del podio è salito il ventitreenne carabiniere Simon Maurberger, che ha recuperato sette posizioni nella seconda parte di gara grazie ad una seconda manche di grande spessore, che gli ha consentito di mettersi alle spalle Hans Vaccari di 25 centesimi, terzo posto per Alex Vinatzer a 26 centesimi, quarto Federico Liberatore a 57 centesimi. Nella top ten è presente anche Giuliano Razzoli all'ottavo posto, mentre Hannes Zingerle e Fabian Bacher sono usciti nella prima manche. Con questo appuntamento è in via di conclusione la lunga trasferta argentina che ha visto le squadre maschili impegnate per tre settimane: solamente Roberto Nani e Giovanni Borsotti allungheranno di qualche giorno la loro permanenza per prendere parte ad un paio di giganti Fis insieme a Vinatzer e Liberatore.      

    Ordine d'arrivo SL maschile South American Cup Cerro Castor (Arg):
    1 MAURBERGER Simon      1995      ITA       47.42      47.95      1:35.37             6.11     
    2 VACCARI Hans      1996      ITA       46.60      49.02      1:35.62      +0.25      8.02       
    3 VINATZER Alex      1999      ITA       46.56      49.07      1:35.63      +0.26      8.10     
    4 LIBERATORE Federico      1995      ITA       46.36      49.58      1:35.94      +0.57      10.47     
    5 BUFFET Robin      1991      FRA       47.17      49.13      1:36.30      +0.93      13.23     
    6 DEL CAMPO Juan      1994      ESP       47.25      49.07      1:36.32      +0.95      13.38     
    7 ALLIOT LUGAZ Baptiste      1995      FRA       47.27      49.09      1:36.36      +0.99      13.69  
    8 RAZZOLI Giuliano      1984      ITA       46.71      49.68      1:36.39      +1.02      13.92     
    8 EFIMOV Simon      1996      RUS       46.95      49.44      1:36.39      +1.02      13.92           
    10 SALARICH Joaquim      1994      ESP       47.48      49.00      1:36.48      +1.11      14.61           

    ZINGERLE Hannes      1995      ITA ritirato 1a manche
    BACHER Fabian      1993      ITA ritirato 1a manche  
  4. Secondo e terzo posto per Fabian Bacher e Federico Liberatore nello slalom maschile disputato sulla pista argentina di Cerro Castor e valevole per la South American Cup. L'altoatesino e il trentino hanno concluso con un distacco rispettivamente di 96 centesimi e 1"04 dal vincitore francese Jean Baptiste Grange, nella top ten ha concluso anche Hans Vaccari al settimo posto. Undicesimo il campione olimpico di Vancouver 2010 Giuliano Razzoli, mentre Giulio Bosca è finito tredicesimo, Roberto Nani sedicesimo e Luca De Aliprandini diciottesimo. Fuori Giovanni Borsotti, Alex Hofer, Hannes Zingerle, Riccardo Tonetti, Simon Maurberger e Alex Vinatzer. Il programma propone per martedì 18 settembre un altro slalom, seguito da due giganti mercoledì 19 e giovedì 20 settembre, valevoli sempre il circuito sudamericano. Si tratta comunque delle ultime ore di premanenza in Argentina per le squadre azzurre: slalomisti e gigantisti sono prossimi al rientro in Italia, i discesisti si imbarcheranno giovedì 20 settembre.    

    Ordine d'arrivo SL maschile South American Cup Cerro Castor (Arg):
    1 GRANGE Jean-Baptiste      1984      FRA       48.66      52.24      1:40.90             6.00      15.00     
     2 BACHER Fabian      1993      ITA       49.51      52.35      1:41.86      +0.96      12.95      21.95
     3 LIBERATORE Federico      1995      ITA       48.79      53.15      1:41.94      +1.04      13.52      22.52     
     4 SALARICH Joaquim      1994      ESP       48.97      53.09      1:42.06      +1.16      14.39      23.39     
     5 LIZEROUX Julien      1979      FRA       48.89      53.31      1:42.20      +1.30      15.41      24.41     
     6 DVORNIK Aljaz      1995      SLO       49.82      52.54      1:42.36      +1.46      16.56      25.56     
     7 VACCARI Hans      1996      ITA       49.81      52.62      1:42.43      +1.53      17.07      26.07     
     8 PUENTE TASIAS Alejandro      1994      ESP       49.75      52.81      1:42.56      +1.66      18.01      27.01     
     9 EFIMOV Simon      1996      RUS       49.70      53.20      1:42.90      +2.00      20.47      29.47     
     10 RIZZO Maxime      1993      FRA       49.69      53.38      1:43.07      +2.17      21.70      30.70     

     11 RAZZOLI Giuliano      1984      ITA       49.88      53.60      1:43.48      +2.58      24.67      33.67     
     13 BOSCA Giulio Giovanni      1990      ITA       50.81      53.65      1:44.46      +3.56      31.76      40.76     
     16 NANI Roberto      1988      ITA       51.10      54.03      1:45.13      +4.23      36.60      45.60     
     18 DE ALIPRANDINI Luca      1990      ITA       51.76      54.57      1:46.33      +5.43      45.29      54.29     

    BORSOTTI Giovanni      1990      ITA ritirato nella 2a manche
    HOFER Alex      1994      ITA ritirato nella 2a manche                                         
    ZINGERLE Hannes      1995      ITA ritirato nella 2a manche                            
    TONETTI Riccardo      1989      ITA ritirato nella 2a manche                      
    MAURBERGER Simon      1995      ITA ritirato nella 2a manche                                          
    VINATZER Alex      1999      ITA  ritirato nella 1a manche   
  5. E' partito per il Sudamerica l'ultimo contingente di Coppa del mondo femminile che ancora mancava all'appello. Il quartetto delle discipline tecniche di Coppa del mondo composto da Irene Curtoni, Chiara Costazza, Roberta Midali e Martina Peterlini sono in viaggio verso l'Argentina, con destinazione Ushuaia, in compagnia dell'allenatore responsabile Luca Liore e dei tecnici Fabrizio Martin e Giorgio Pavoni. Si uniranno alle compagne, già presenti nella Terra del Fuoco da qualche giorno, che hanno cominciato a sciare in gigante: parliamo di Karoline Pichler, Marta Bassino, Francesca Marsaglia, Elena Curtoni, Nicol Delago, Nadia Fanchini e Johanna Schnarf. Le squadre verrano raggiunte da Sofia Goggia lunedì 17 settembre, la data del rientro per tutte è fissato per lunedì 1 ottobre.

    In Italia prosegue secondo la tabella prevista il percorso riabilitativo di Federica Brignone, caduta nel corso di un allenamento lo scorso 10 agosto. La ventottenne valdostana, procuratasi un piccolo stiramento al legamento collaterale laterale del ginocchio sinistro e una forte contusione ossea alla stessa gamba, migliora costantemente e nei prossimi giorni passerà ad uno step successivo.

    Rientrerà invece da Ushuaia nelle prossime ore Tommaso Sala. Il lecchese ha inforcato nel corso di un allenamento in slalom prendendo un forte colpo alla caviglia destra, è stato sottoposto a radiografia e risonanza magnetica presso l'ospedale locale che hanno evidenziato una piccola frattura composta che ne consiglia il ritorno in Italia.
  6. Sono partite dall'aeroporto di Fiumicino le sette azzurre della squadra femminile di Coppa del mondo con destinazione Ushuaia, in Argentina, dove si alleneranno sulla neve invernale sudamericana fino all'1 ottobre. Si tratta di Karoline Pichler, Marta Bassino, Francesca Marsaglia, Elena Curtoni, Nicol Delago, Nadia Fanchini e Johanna Schnarf. Insieme a loro sono presenti il capo allenatore Matteo Guadagnini, l'allenatore responsabile della velocità Giovanni Feltrin, i tecnici Paolo Deflorian, Michael Mair, Damiano Scolari e il preparatore atletico Luca Scarian. A questo punto, con Sofia Goggia impegnata a Vale Nevado (Cile), rimane solamente il quartetto dello slalom a preparare le valigie per la partenza, che avverrà martedì 11 settembre con Irene Curtoni, Chiara Costazza, Roberta Midali e Martina Peterlini, accompagnate dall'allenatore responsabile Luca Liore e dall'allenatore Fabrizio Martin.  
  7. Prosegue sulle nevi argentine di Ushuaia la preparazione delle squadre maschili di Coppa del mondo. Il meteo negli ultimi giorni non sta aiutando gli allenamenti di slalomgigantisti e velocisti, piccole nevicate giornaliere di una decina di centimetri hanno reso il terreno più morbido rispetto ai primi giorni di lavoro, che procede in modo abbastanza personalizzato. Ad esempio Riccardo Tonetti e Luca De Aliprandini stanno facendo sessioni di velocità insieme a Christof Innerhofer, Dominik Paris e Emanuele Buzzi, successivamente ripiegheranno sul gigante, sul quale sono attualmente concentrati Giovanni Borsotti, Roberto Nani, Giulio Bosca e Alex Hofer. Questi quattro atleti passeranno successivamente allo slalom insieme a Manfred Moelgg, Stefano Gross e Fabian Bacher. Le condizioni fisiche dei ragazzi sono generalmente tutte buone. In Cile entra invece nel vivo l'allenamento di Sofia Goggia: la campionessa olimpica di discesa sta completando un primo ciclo in pista in gigante ed entro fine settimana proverà a fare tratti di velocità.  
    gross stefano
  8. Sofia Goggia è atterrata a Valle Nevado, in Cile, dove ha già preso confidenza con le piste che ospiteranno i suoi allenamenti fino al 16 settembre, giorno in cui raggiungerà le compagne di squadra a Ushuaia. Verso la località argentina stanno per partire le altre ragazze del gruppo di Coppa del mondo, che saliranno sull'aereo per l'Argentina giovedì 6 settembre con Karoline Pichler, Marta Bassino, Francesca Marsaglia, Elena Curtoni, Nicol Delago, Nadia Fanchini e Johanna Schnarf. Insieme a loro saranno presenti il capo allenatore Matteo Guadagnini, l'allenatore responsabile della velocità Giovanni Feltrin, i tecnici Paolo Deflorian, Michael Mair, Damiano Scolari e il preparatore atletico Luca Scarian. Proseguiranno invece il lavoro in Italia Federica Brignone, Elena Fanchini, Verena Gasslitter e Laura Pirovano, mentre le ragazze delle discipline tecniche viaggeranno verso il Sudamerica martedì 11 settembre.
  9. Per la prima volta nella storia recente un team di Coppa Europa maschile ha la possibilità di svolgere parte della preparazione estiva sulle nevi sudamericane. Si tratta del gruppo delle discipline tecniche, pronto a viaggiare verso Ushuaia per raggiungere i compagni di Coppa del mondo già presenti in pista. Il direttore sportivo Max Rinaldi ha convocato da sabato 1 a domenica 23 settembre sei atleti: Federico Liberatore, Simon Maurberger, Tommaso Sala, Hans Vaccari, Alex Vinatzer e Hannes Zingerle, seguiti dal coordinatore Roberto Lorenzi e dai tecnici Roberto Saracco e Cesare Prati. Settimana prossima sarà invece la volta dei discesisti di Coppa Europa, che invece si recheranno in Cile, a Valle Nevado.
  10. Sofia Goggia è pronta a fare le valigie con destinazione Cile e poi Argentina per il consueto periodo di allenamento sulle nevi sudamericane. La campionessa olimpica di discesa partirà venerdì 31 agosto verso Valle Nevado con l'allenatore responsabile Gianluca Rulfi, il tecnico Ettore Mosca Barberis e il preparatore atletico Marcelo Tavola, dove rimarrà fino al 14 settembre, giorno di trasferimento verso Ushuaia, dove raggiungerà le compagne delle discipline tecniche e della velocità, presenti in Argentina già da una decina di giorni, fino al ritorno in Italia del 2 ottobre. Federica Brignone prosegue invece la riabilitazione e deciderà il decorso del percorso riabilitativo nei prossimi giorni insieme allo staff medico.

    Sul ghiacciaio del Matterhorn, a Zermatt, è in pieno svolgimento invece l'ultimo raduno delle slalomgigantiste e delle velociste prima della partenza per il Sudamerica, che durerà fino a venerdì 1 settembre. Il programma dei giorni scorsi si è diviso su una giornata di gigante e due di supergigante, adesso toccherà alla discesa. Le favorevoli condiozioni di neve e meteo stanno agevolando il lavoro dello staff diretto da Matteo Guadagnini, anche le atlete che rientrano da receenti infortuni (Francesca Marsaglia, Elena Curtoni, Laura Pirovano) stanno dando segnali positivi, così come Elena Fanchini.