Freestyle

  1. Un grande Ralph Welponer mette a segno due jump azzeccatissimi e si propone fra i migliori per la finale della serata nel Big Air freestyle di Milano. Il 20enne di Ortisei fa segnare uno splendido 92,80, ribadito da un 92,60 nella seconda run, ed è secondo nella heat 2, alle spalle del solo finlandese Elias Syrja, in vetta con 94 punti. Qualificati anche i due norvegesi, Christian Nummedal e Birk Ruud, rispettivamente con 89,60 e 88,40 punti. Chiude la top five lo svedese Hugo Burvall, che passa ai salti della serata con 86,80 punti. Fuori dal taglio l'altro azzurro Jonas Seiwald.

    “Ho realizzato due Double Cork 1440 – racconta l’altoatesino -  una manovra con quattro rotazioni e due flip. Era la prima volta che lo provavo in gara ed è stata anche la prima volta nella mia vita in cui sono atterrato così bene: sono troppo contento per il risultato. In finale proverò un salto ancora più complicato, il Double Cork 1620, poi dovrò realizzare un secondo trick. Quale? Adesso ci penso…”

    Niente da fare, invece, per gli azzurri nella prima heat di qualificazione. Il migliore della heat è lo svizzero Andri Ragettli, che come da pronostico della vigilia fa registrare il miglior punteggio con 92,80 e vola in finale, seguito dal compagno di squadra Jonas Hunziker a 91,20, dall'americano Marc Forehand con 91 punti. Gli altri due qualificati della prima heat sono: lo svizzero Elias Ambuehl e il norvegese Oystein Braaten.

    Il migliore degli azzurri, in heat 1, è Kilian Morone con il decimo punteggio, mentre è 14/o Igor Lastei e 17/o è Christof Schenk. Nessuno riesce quindi a raggiungere la fase finale che si disputerà questa sera a partire dalle 19, con diretta su Rai Sport.


    Ordine d'arrivo heat 2 qualificazioni Big Air freestyle Milano:
    1         SYRJA Elias     FIN     94.00     1     38.40     12     94.00
    2         WELPONER Ralph     ITA     92.80     2     92.60     1     92.80
    3         NUMMEDAL Christian     NOR     84.60     5     89.60     2     89.60
    4         RUUD Birk     NOR     88.40     3     85.60     3     88.40
    5         BURVALL Hugo     SWE     86.80     4     75.40     9     86.80

    16         SEIWALD Jonas     ITA     39.60     14     49.60     11     49.60


    Ordine d'arrivo heat 1 qualificazione Big Air Frestyle Milano:
    1         RAGETTLI Andri     SUI     87.40     3     92.80     1     92.80
    2         HUNZIKER Jonas     SUI     91.20     1     61.40     13     91.20
    3         FOREHAND Mac     USA     23.60     12     91.00     2     91.00
    4         AMBUEHL Elias     SUI     89.40     2     90.80     3     90.80
    5         BRAATEN Oystein     NOR     83.40     6     90.20     4     90.20

    10         MORONE Kilian     ITA     57.00     11     77.00     9     77.00
    14         LASTEI Igor     ITA     70.00     9     61.40     13     70.00
    17         SCHENK Christof     ITA     6.80     17     12.00     17     12.00
  2. Tutto è pronto: il Parco EXPerience di Milano si riaccende per altri due giorni di adrenalina e divertimento con Big Air Milan. Venerdì 17 e sabato 18 Novembre la rampa innevata più grande d’Italia ospiterà la Coppa del Mondo di Freeski, con i migliori atleti della specialità a contendersi la prima vittoria della stagione. Uno spettacolo che richiamerà sotto l’Albero della Vita il pubblico delle grandi occasioni, ma che potrà conquistare gli appassionati anche sullo schermo televisivo. Come per lo Snowboard, infatti, anche le finali di Freeski godranno di ampia copertura televisiva, in Italia e in tutto il mondo. Le evoluzioni dei top freeskier saranno trasmesse in diretta nel nostro Paese dalla Rai, a partire dalle 19, sul canale Rai Sport (numero 57 del digitale terrestre). Le immagini live della gara potranno viste anche in Austria (canale ORF Sport+), Estonia (Kanal 12), Francia, Belgio, Lussemburgo, Portogallo (SFR3) e Norvegia (NRK3). La Nbc diffonderà in tutti gli Stati Uniti lo spettacolo di Big Air Milan, in diretta sul sito nbcsports.com, mentre Eurosport trasmetterà le finali in differita in Asia e Australia, per una copertura davvero globale. Gli highlights di Milano, infine, saranno visibili in Germania (Zdf), Slovenia (Rtv Slovenija) e Svizzera (Srg).

    Sotto l’Albero della Vita, i salti inizieranno già venerdì 17, con i training ufficiali degli atleti divisi per nazionalità (dalle 12 alle 19). Sabato 18 la giornata clou, con qualifiche (dalle 9 alle 15) e finali (dalle 19 alle 21). Subito dopo le premiazioni, protagonista sarà la rapper Baby K, che farà scatenare il pubblico con le sue hit fino alle 23. Ma lo show di Big Air and the City non ha mai fine. Per i due giorni dell’evento, le gare saranno accompagnate dalle attività e dall’animazione degli Snow Days. Sono tantissime le opportunità di divertimento offerte al Parco EXPerience a piccoli e non – tutte gratuitamente: il campo scuola in neveplast e la pista tubby Aprica, il Riglet Park Livigno, l’arrampicata sportiva con gli istruttori di Vert Climb, una mini ramp di skateboard con la Bastard Academy of Snowboarding. Sabato 18, insieme alle divertentissime lezioni di stride fitness, con bacchette simili a quelle da sci, agli allenamenti di parkour con i Milan Monkeys e alla slackfline con i Lambda, andrà in scena la prima X Color firmata Rossignol, una fun-race non competitiva e aperta a tutti. La Rossignol X Color è una via di mezzo tra una caccia al tesoro e una gara di orientamento, con premi e gadget per tutti i partecipanti. Le iscrizioni apriranno alle 12.30, mentre il contest avrà inizio alle 15.30. Per finire, agli Snow Days non mancheranno un’area food con le delizie tipiche della montagna e uno spazio espositivo dedicato a prodotti, accessori e nuove tecnologie per la neve. In quest'ultimo settore, protagonista è lo stand di Snowit che presenta l’innovativa app per registrare le proprie performance sugli sci (velocità, dislivello, calorie…) ed effettuare acquisti di skipass online. I visitatori potranno provare e scaricare la applicazione, oltre che partecipare a giochi con in palio i divertenti gadget Snowit.

    Ci sarà anche Silvia Bertagna, la regina Italiana del freestyle, seconda nella Coppa del Mondo 2016/2017, che torna in gara a Milano dopo l’infortunio al ginocchio: “Mi sono rotta il crociato in aprile – racconta l'azzurra, la riabilitazione in estate è andata bene e adesso ho tanta voglia di gareggiare, anche se ho messo gli sci ai piedi solo da due settimane. Riparto con la mente libera, senza pressioni, e spero che Milano porti fortuna come l’anno scorso”. La campionessa azzurra poi, ha parlato dello scenario della gara del capoluogo lombardo: “Gareggiare in questa città è una sensazione speciale, perché avverti il calore del pubblico e il tifo degli amici. Milano vista dall’alto della rampa, con l’Albero della Vita illuminato, è stupenda: uno degli scenari più belli che ci possano essere”.
  3. Big Air and the City ha mantenuto le promesse e ha colorato di bianco il Parco EXPerience di Milano per due emozionanti giornate, venerdì 10 e sabato 11 Novembre, dedicate alla Coppa del Mondo di Snowboard: un successo sotto tutti i punti di vista, per quanto riguarda il livello tecnico offerto dalle gare e la grande partecipazione di pubblico. Ma lo spettacolo non è ancora terminato: la gigantesca rampa innervata torna ad animarsi con i campioni di Freeski venerdì 17 e sabato 18 Novembre.
     
    Intanto Milano ha già risposto presente all’appuntamento sotto l’Albero della Vita, confermando il grande entusiasmo del capoluogo lombardo per gli sport invernali. Sono bastati i primi due giorni per catturare l’interesse di oltre 17 mila persone (dati ufficiali Arexpo) – tra paganti e non –, attratte dalle evoluzioni mozzafiato degli snowboarder e dalle numerose attività degli Snow Days, per una festa a tutto tondo. La giornata inaugurale di venerdì, con i training ufficiali e gli show di Marvin&Prezioso e Shade, ha fatto registrare circa 2.500 ingressi. Il giorno successivo, in 3.000 hanno assistito alle qualifiche, mentre per la finale sono state registrate quasi 12.000 presenze, fra spettatori paganti e visitatori nell’area gratuita del parco.
     
    Il calore del pubblico milanese è stato ampiamente ricompensato dallo spettacolo della competizione, che ha visto un italiano, Alberto Maffei, accedere alla finale e concludere settimo, migliore risultato in carriera per il 22enne di Madonna di Campiglio e miglior piazzamento per l’Italia negli ultimi 13 anni. La gara maschile è stata vinta con merito dallo statunitense Chris Corning, che ha festeggiato il career best personale di punti nel Big Air (182,75), mentre tra le donne si è confermata regina per il secondo anno l’austriaca Anna Gasser.
     
    Il successo della due giorni di Snowboard è ribadito anche dal FIS Contest Director Roberto Moresi: “Il bilancio finora è estremamente positivo. Abbiamo assistito a una gara di altissimo livello, con trick importanti. I rider sono stati tutti entusiasti della competizione e della partecipazione del pubblico italiano. Milano può ambire a diventare la capitale del Big Air: questo evento è un passo importante nella giusta direzione”.
     
    Tra quattro giorni la tavola da snowboard lascerà spazio agli sci e Big Air and the City concederà il bis con i migliori freeskier al mondo. Si comincia venerdì 17 con gli official training seguiti sabato 18 dalle qualifiche (dalle 9 alle 15) e dalle finali (19-21) maschili e femminili: “Abbiamo apportato piccoli miglioramenti alla struttura e imparato a lavorare bene con la neve a disposizione – continua Moresi –. Ci sono moltissime richieste di iscrizione da parte degli atleti, segno che la tappa di Milano suscita entusiasmo”. Per l'Italia saranno al via la rientrante Silvia Bertagna e Elisa Maria Nakab fra le donne e Igor Lastei, Kilian Morone, Christof Schenk, Ralph Welponer e Jonas Seiwald fra gli uomini.
  4. Snowboard a Milano, possibile? Più che possibile, sicuro. D’altra parte, per essere una città di pianura, è incredibile quanto lungo e profondo sia il legame fra Milano e gli sport invernali. I bagni di folla che hanno accompagnato, negli anni, ogni appuntamento del circo bianco nel capoluogo lombardo parlano della tanta passione dei milanesi (e non solo) per gli sport invernali, ma anche del fascino unico che si crea quando il contesto della metropoli si veste di bianco, e sempre per un’occasione speciale.
     
    Un nuovo capitolo di questa splendida storia è iniziato l’anno scorso, quando la neve è arrivata in quello che è diventato, sulla scia dell’Expo 2015, uno dei luoghi più popolari e riconoscibili della big Milan: il Parco EXPerience, e in particolare l’Albero della Vita, che dell’esposizione universale è stato il simbolo, ed è oggi il lascito permanente nel cuore del nuovo Parco eventi alle porte di Milano.
     
    È qui che nel novembre scorso ha preso vita la prima edizione di Big Air and the City, l’evento organizzato dal Comitato Big Air Competition, in collaborazione con Arexpo e Regione Lombardia, che ha portato nella metropoli la Coppa del Mondo FIS di Freestyle, nella doppia specialità dello sci e dello snowboard.
     
    Il Big Air è una particolare e spettacolare competizione di salto freestyle, valutata da una giuria sulla base della performance e la difficoltà di salti ed evoluzioni effettuate dagli atleti. Una disciplina in crescita, sempre più popolare e – soprattutto – sempre più importante: nello Snowboard, il Big Air è diventato sport olimpico e debutterà alle Olimpiadi Invernali di PyeongChang, in Corea del Sud, il prossimo febbraio.
     
    Una motivazione in più per le stelle del freestyle che accenderanno il Parco EXPerience per due weekend al cardiopalma. Si comincia il 10-11-12 Novembre con il Big Air Snowboard, si raddoppia il 17-18-19 Novembre con il FreeSki, ma il campo di battaglia rimane lo stesso: lo spettacolare trampolino di 130 metri di lunghezza e 40 metri d’altezza, il più grande mai realizzato in Italia.
     
    Speculare il programma dei due weekend: si comincia il venerdì con le prove di qualificazione e il concerto serale a fare da prologo alla prova clou del giorno dopo. Sarà di sabato, infatti, che i più forti atleti al mondo delle rispettive categorie si affronteranno a colpi di evoluzioni, davanti al pubblico diviso fra eccitazione e stupore. E la domenica? La neve sarà ancora protagonista, con tante attività che coinvolgeranno giovani e meno giovani, sportivi e famiglie, a tutti i livelli. Unico comune denominatore: il desiderio di provare, di osare e di divertirsi.
     
    Big Air and the City sarà la seconda prova della Coppa del Mondo FIS di specialità, e ancora una volta vedrà a confronto i più grandi protagonisti a livello mondiale. L’anno scorso, nello snowboard, il belga Seppe Smits – poi vincitore della coppa assoluta – dovette inchinarsi al norvegese Marcus Kleveland, mentre la prova femminile fu appannaggio di Anna Gasser, l’austriaca dominatrice della stagione di Coppa. Nel FreeSki, Kai Mahler ebbe la meglio per un soffio su Oystein Braaten, mentre in campo femminile fu netto il successo di Lisa Zimmermann, con l’italiana Silvia Bertagna ai piedi del podio.
     
    Insomma, per due weekend a Novembre, Milano scambierà la passerella per un trampolino, per lasciare spazio a modelli di stile molto diversi dal classico pret-a-porter. Ma l’effetto sarà lo stesso: lasciare a bocca aperta. D’altra parte, lo dice la storia: l’abbinata #SnowAndTheCity non tradisce mai.
  5. Con la cancellazione della gara di Copenhagen, originariamente prevista per il 5 novembre, toccherà all'evento "Big Air and the City" ianugurare il circuito di Coppa del mondo dopo l'antipasto delle gare di Cardrona, in Nuova Zelanda, disputate alla fine del mese di agosto. La squadra azzurra si presenta in questa importante annata partecipando proprio alle gare di slopestyle/big air e allo skicross.

    Nella prima specialità prosegue il recupero di Silvia Bertagna, reduce da due interventi chirurgici al ginocchio nel giro di due stagioni. L'altoatesina ha consolidato le proprie caratteristiche fisiche, finalizzando il lavoro verso la maggiore sicurezza possibile. In campo maschile Igor Lastei, Christoph Schenk e Ralph Welponer hanno confermato la loro crescita nella trasferta neozelandese, l'obiettivo del gruppo diretto da Cesare Pisoni è portarne almeno uno alla qualifica olimpica. La squadra ha incrementato la qualità della preparazione fisica con l’inserimento di un preparatore fisico e di un fisioterapista dedicato. In queste settimane gli allenamenti si stanno svolgono negli snowpark di Saas Fee e Stubai.

    Nello skicross lo staff ha puntato parecchio sulla preparazione fisica, incrementando il lavoro rispetto allo scorso anno. Dal punto di vista tecnico, grazie alla collaborazione con gli impiantisti del Passo dello Stelvio, sono notevolmente aumentati i giorni di allenamento specifico su neve, realizzando sin dal mese di maggio una pista dedicata che è stata più volte ricostruita per permettere agli atleti di potersi allenare con strutture ogni volta differenziate.  Le potenzialità del settore sono legate soprattutto a Siegmar Klotz e Stefan Thanei, che durante la scorsa stagione hanno sfiorato più volte il podio in Coppa del mondo. Lo sviluppo delle attività ha coinvolto in maniera importante la squadra giovani, dove sono state inserite alcune ragazze con ottime prospettive provenienti dai comitati regionali di sci alpino.