Combinata nordica

  1. Si può essere felici anche arrivando 24esimi a minuti di distanza dal primo. Chiedete ad Alessandro Pittin, leader del best skier trophy della Coppa del mondo di combinata nordica e per la seconda volta nella stagione miglior sciatore di giornata. Proprio così: nella gara che ha completato il trittico di Chaux-Neuve, con 15 km di fondo da percorrere, il friulano non poteva fare miracoli sugli sci stretti andando a lottare per le prime posizioni, ma ha comunque centrato una grande prestazione che gli ha permesso di recuperare oltre due minuti a chi gli era davanti e di guadagnare altri 20 punti su Magnus Krog nella classifica del best skier portandosi a +82. Un bel margine.

    Davanti a lui è arrivato Samuel Costa, 21° a 3'49", anche lui bravo a guadagnare quattro posizioni dopo il segmento di salto. Ancora una volta, tra l'altro, la prova dal trampolino si è rivelata decisiva: venerdì e sabato a vincere era stato il best jumper della stagione, Franz-Josef Rehrl, stavolta è stato Mario Seidl a cogliere un successo da 200 punti resistendo al ritorno di Fabian Riessle e balzando al secondo posto della classifica generale a 189 punti da Jarl Magnus Riiber. Il norvegese finisce quinto e lascia Chaux-Neuve senza essere mai salito sul podio, ma con la consapevolezza di avere in tasca la Coppa del mondo.

    Ordine d'arrivo Gundersen HS18/15 km maschile Cdm Chaux-Neuve (Fra)
    1 SEIDL Mario 1992 AUT 35:44.0
    2 RIESSLE Fabian 1990 GER +25.6
    3 REHRL Franz-Josef 1993 AUT +33.7
    4 GRAABAK Joergen 1991 NOR +1:01.4
    5 RIIBER Jarl Magnus 1997 NOR +1:01.7
    6 KLAPFER Lukas 1985 AUT 36:47.8 +1:03.8
    7 WATABE Akito 1988 JPN +1:05.4
    8 SCHMID Jan 1983 NOR +1:07.3
    9 BJOERNSTAD Espen 1993 NOR +1:20.0
    10 GEIGER Vinzenz 1997 GER +1:47.7

    21 COSTA Samuel 1992 ITA +3:49.0
    24 PITTIN Alessandro 1990 ITA +4:01.0
  2. La corsa di Alessandro Pittin al Best Skier Trophy di combinata nordica riparte da Chaux-Neuve, in Francia. Quando siamo esattamente a metà stagione e sono state disputate 12 gare su 24, l'azzurro vanta 23 punti di vantaggio sul norvegese Magnus Krog, 153 sul tedesco Fabian Riessle e 175 su Vinzenz Geiger, il vincitore dell'ultima Gundersen disputata in Val di Fiemme che proprio nello stadio del fondo di Lago di Tesero ha mostrato le proprie qualità con un attacco spettacolare nel finale.

    Il friulano fa parte dell'elenco degli atleti convocati dal direttore sportivo Federico Rigoni, che per il trittico del weekend ha chiamato anche Samuel Costa, Raffaele Buzzi e Lukas Runggaldier, alla sua terza presenza consecutiva dopo Optepää e Val di Fiemme. A Chaux-Neuve si salterà per quattro giorni consecutivi dal trampolino lungo HS118 (compreso il Provisional Competition Round di giovedì), poi la distanza da percorrere aumenta di volta in volta: venerdì soli 5 chilometri, sabato la distanza classica di 10, domenica si passa a 15, con più possibilità di recuperare sugli sci stretti per Pittin, a caccia del primo podio stagionale.

    Ecco il programma di Chaux-Neuve. 
    Gio. 17/01/19 - Cdm - Provisional Competition Round maschile Chaux-Neuve (Fra) - Ore 13.00
    Ven. 18/01/19 - Cdm - Gundersen HS118/5 km maschile Chaux-Neuve (Fra) - Ore 12.00 e 16.00
    Sab. 19/01/19 - Cdm - Gundersen HS118/10 km maschile Chaux-Neuve (Fra) - Ore 11.30 e 15.45
    Dom. 20/01/19 - Cdm - Gundersen HS118/15 km maschile Chaux-Neuve (Fra) - Ore 11.00 e 13.30
  3. La Val di Fiemme sorride alla Germania. Dopo il primo trionfo stagionale di Johannes Ryzdek nella Gundersen di venerdì e il doppio podio nella team sprint del sabato, la nazionale tedesca si regala una magnifica doppietta nella gara conclusiva della tappa italiana di Coppa del mondo di combinata nordica: a vincere per la prima volta in carriera è Vinzenz Geiger con un attacco magnifico all'ultimo giro che ha stroncato anche la resistenza di Johannes Ryzdek, fortemente motivato dalla possibilità di rosicchiare punti in classifica generale a Jarl Magnus Riiber, oggi assente. Terzo posto per il giapponese Akito Watabe, che ha resistito per i primi due giri insieme ai tedeschi, poi ha mollato, ma riuscendo a strappare un posto sul podio a Rehrl, che aveva vinto la prova di salto. Ryzdek sale comunque a 581 punti, ma deve recuperarne ancora 149 a Riiber.

    Il migliore degli azzurri è stato ancora una volta Alessandro Pittin, che stavolta partiva troppo lontano per sperare in un piazzamento nella top ten. L'azzurro non ha ripetuto il gran salto di sabato nella team sprint ed era 25° con un gap di 2'22": ha rimontato qualche posizione chiudendo 17° e conservando il pettorale rosso di leader del Best Skier Trophy, andando più veloce di Magnus Krog.  Ventunesimo posto per Samuel Costa, gli altri tre azzurri Raffaele Buzzi, Aaron Kostner e Manuel Maierhofer hanno chiuso rispettivamente 34°, 35° e 44°. Prossimo appuntamento in Francia, a Chaux-Neuve, con tre Gundersen consecutive dal 18 al 20 gennaio.

    Ordine d'arrivo Gundersen HS135/10 km maschile Cdm Val di Fiemme (Ita)
    1. GEIGER Vinzenz GER 26:34.40
    2. RYZDEK Johannes GER +7.6
    3. WATABE Akito JPN +40.6
    4. REHRL Franz-Josef AUT +47.4
    5. FRENZEL Eric GER +1:18.2
    6. GRAABAK Joergen NOR +1:21.4
    7. HEROLA Ilkka FIN +1:24.2
    8. SCHMID Jan NOR +1:33.0
    9. WEBER Terence GER +1:35.2
    10. RIESSLE Fabian GER +1:35.7

    17. PITTIN Alessandro ITA +2:07.6
    21. COSTA Samuel ITA +2:53.7
    34. BUZZI Raffaele ITA +4:22.6
    35. KOSTNER Aaron ITA +4:23.9
    44. MAIERHOFER Manuel ITA +4:41.1



  4. Alessandro Pittin ci ha provato, ma non c'è stato nulla da fare. Una volta chiuso il weekend con la seconda Gundersen di domenica, il friulano e Samuel Costa lasceranno la Val di Fiemme con la consapevolezza di aver regalato ai tifosi italiani una gara emozionante e il quarto posto finale nella team sprint rappresenta comunque un grande risultato. Il podio, con l'altissimo livello degli atleti in gara, purtroppo è stato irraggiungibile.

    Con il miglior salto della stagione, forse uno dei più belli della carriera, Pittin aveva consentito all'Italia di partire in quinta posizione nel fondo, a 51 secondi da Norvegia I (Jan Schmid e Joergen Graabak), 20 da Germania I (Vinzenz Geiger e Johannes Ryzdek) e 13 da Germania II (Fabian Riessle ed Eric Frenzel), praticamente appaiati ad Austria I (Lukas Greiderer e Lukas Klapfer, avanti 2") e Norvegia II (Magnus Krog ed Espen Bjoernstad, stesso punteggio degli azzurri).

    Samuel Costa, apparso di nuovo su buoni livelli dopo aver saltato tutta la scorsa stagione per infortunio, ha chiuso i suoi 7,5 km 34 secondi dietro Jan Schmid e 29 dietro i tedeschi Ryzdek e Frenzel. Ci voleva un'impresa e Pittin ha anche provato a rimontare, rosicchiando qualche secondo nei primi due-tre chilometri della sua prova, ma quando campioni con Joergen Graabak, Vinzenz Geiger e Fabian Riessle si danno il cambio diventa impossibile. Così Pittin ha staccato nettamente i suoi compagni di viaggio, ma il distacco dai tre battistrada è rimasto pressoché invariato e alla fine si è dovuto accontentare del quarto posto, mentre davanti Graabak regalava la vittoria a Norvegia I davanti a Germania I e Germania II dopo una bellissima volata. Tredicesima, in rimonta, l'altra coppia italiana formata da Aaron Kostner e Lukas Runggaldier, che partivano diciassettesimi. Domenica, come detto, si torna in pista, per un'altra Gundersen. Alle 10 c'è la gara di salto, alle 14.30 quella di fondo.

    Ordine d'arrivo Team Sprint HS135/2x7,5 km Cdm Val di Fiemme (Ita)
    1 NORVEGIA I (SCHMID Jan/GRAABAK Joergen) 34:30.9
    2 GERMANIA I (RYDZEK Johannes/GEIGER Vinzenz) +0.5
    3 GERMANIA II (FRENZEL Eric/RIESSLE Fabian) +0.5
    4 ITALIA I (COSTA Samuel/PITTIN Alessandro) +39.4
    5 AUSTRIA I +1:09.3
    6 NORVEGIA II +1:13.7 
    7 AUSTRIA II +1:21.7
    8 FINLANDIA +1:29.3
    9 FRANCIA +1:41.4
    10 USA +1:53.0 

    13 ITALIA II (RUNGGALDIER Lukas/KOSTNER Aaron) +2:59.9  
  5. La top ten non arriva di pochissimo e sarebbe stata un'impresa straordinaria, ma la prova di Alessandro Pittin in Val di Fiemme è comunque da ricordare. L'azzurro rimonta dalla venticinquesima all'undicesima posizione nello stadio del fondo di Lago di Tesero, battendo il tedesco Fabian Riessle nella volata finale e chiudendo appena sette decimi dietro Manuel Faisst. Il tutto condito da una caduta in un tratto di discesa che gli ha fatto perdere una discreta quantità di secondi. La migliore prestazione di giornata sugli sci è proprio di Fabian Riessle, ma il quarto tempo nel fondo e i 50 punti conquistati consentono al friulano di scavalcare il norvegese Magnus Krog, oggi assente, in testa alla classifica del Best Skier Trophy balzando a quota 528, due più del rivale.

    Altra impresa è quella che porta Johannes Ryzdek al primo trionfo della stagione. Il tedesco parte quinto con 52 secondi di ritardo e ha la capacità di condurre una gara tatticamente intelligente, portandosi gradualmente prima su Jarl Magnus Riiber, che aveva provato la clamorosa e impossibile rimonta immediata su Mario Seidl, e poi sullo stesso austriaco attaccando nel giro finale, mentre il norvegese, troppo stanco per lo sforzo iniziale, finisce fuori dal podio, dove invece salgono Graabak e Seidl. Riiber resta ovviamente in testa alla classifica generale con 730 punti contro i 501 di Ryzdek e domenica, nella seconda Gundersen in Val di Fiemme, proverà ad aumentare di nuovo il suo vantaggio.

    A punti, tra gli azzurri, finisce anche Samuel Costa, partito ventiduesimo dopo il salto e arrivato ventunesimo. L'esordio stagionale del giovane Aaron Kostner, 36°, è comunque buono: il 19enne finisce un gradino sopra Raffaele Buzzi, mentre Manuel Maierhofer è 42°. Sabato 12 gennaio si torna in pista in Val di Fiemme, dov'è in programma il team sprint (ore 10 e 14.15, diretta tv su Eurosport).

    Ordine d'arrivo Gundersen HS135/10 km maschile Cdm Val di Fiemme (Ita)
    1. RYDZEK Johannes 1991 GER 26:58.4
    2. GRAABAK Joergen 1991 NOR +5.9
    3. SEIDL Mario 1992 AUT +7.1 
    4. RIIBER Jarl Magnus 1997 NOR +24.5 
    5. WATABE Akito 1988 JPN +29.6
    6. GEIGER Vinzenz 1997 GER +46.9
    7. FRENZEL Eric 1988 GER +49.7
    8. KLAPFER Lukas 1985 AUT +57.3
    9. SCHMID Jan 1983 NOR +1:01.2
    10. FAISST Manuel 1993 GER +1:11.7

    11. PITTIN Alessandro 1990 ITA +1:18.4
    21. COSTA Samuel 1992 ITA +2:08.0
    36. KOSTNER Aaron 1999 ITA +3:53.2
    37. BUZZI Raffaele 1995 ITA +4:02.0
    42. MAIERHOFER Manuel 1992 ITA +6:07.8